Paola Severino

Vice Presidente, Università Luiss Guido Carli

“Nel 1958 Giorgio La Pira descriveva il suo Mediterraneo come un moderno “lago di Tiberiade” e auspicava che “da Oriente e da Occidente le nazioni “vengano a bagnarsi” in questo grande lago di Tiberiade, che è, per definizione, il lago di tutta la terra”.

Come Luiss abbiamo deciso di accogliere l’invito di Giorgio La Pira e bagnarci nel Mediterraneo contemporaneo e “allargato”, ancora oggi agitato da tensioni e conflitti che hanno cancellato il futuro di migliaia di giovani del Medio Oriente e del Nord Africa.

Progetto Mediterraneo è una visione, un ponte italiano verso i Paesi che, pur vicini, a volte ci sembrano distanti. Con questo programma vogliamo lanciare una “diplomazia universitaria” composta da professori, studenti, ricercatori, esperti e staff che sono sempre più i nostri ambasciatori di pace, di sapere e di speranza per quei giovani di talento che in Luiss e grazie alla Fondazione Mediterraneo possono crescere e iniziare a immaginarsi un futuro.

Spesso l’arrivo in Italia e l’inizio del percorso universitario vengono visti come il raggiungimento di un traguardo, ma si tratta di un’immagine errata: il ciclo di studi e il momento della laurea sono in realtà il principio di una vita prima inimmaginabile e di nuove ed importanti opportunità di carriera per questi giovani meritevoli e di talento”.

SHARE ON